Luigina Tavi: Montagne, 2003

A conclusione della mostra sulle Collezioni Tibetana e Pakistana, in occasione del Festival Oltre le vette presso le sale comunali di Belluno, Maurizio Camposeo trova questa poesia spontanea di Luigina Tavi, infilata nel quaderno delle presenze, scritta nel giugno 2003.

 

Montagne

Scolture vive
piturade té l celo

Che nebia e nuvole
querze co ‘n velo

Che la neve
vestisse da sposa

Nude !
Che l sol
colorisse de rosa.

Montagne de l me Belun
avé an tut
che inamora:
Crode…prà…bosch…
gran festa de fior…
de aque al cantar…
de bestiole selvareghe
an continuo andar…
trói…
anca poch conossesti,
che ména a ponte spiẑe,
che ancora sa contar
de l’aqua de l Mar !

Luigina Tavi – Montagne, giugno 2003

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.