Maurizio Camposeo e Agostino Gallio
Il Luogo delle Nuvole

a cura di Maria Lucia Ferraguti

INAUGURAZIONE sabato 08 ottobre alle 18:30
Villa Caldogno
Via G. Zanella, 3 – 36030 Caldogno (VI)
fino al 05 novembre 2022

Nelle recenti indagini pittoriche di Camposeo, realizzate dal 2021 fino alle ultime sperimentazioni, i limiti e le prospettive spaziali lasciano il posto a cieli tersi e nuvole libere da cui filtra una nuova luce. La superficie della tela diventa uno spazio infinito in cui fluttuare e respirare, una dimensione eterea dove si sfiorano e si incontrano gli animi.
Le sculture di bronzo di Agostino Gallio si stagliano imponenti e importanti nella loro collocazione temporanea. All’interno della villa accompagneranno i quadri di Camposeo, aggiungendo e non distraendo, donando carattere tridimensionale alla mostra che affianca i due artisti.

>> testo di Maria Lucia Ferraguti
>> articolo in Il Giornale di Vicenza, 08 ottobre 2022

ORARI DI APERTURA: venerdì 15:00-18:00 + sabato e domenica 9:00-12:00 / 15:00-18:00
INGRESSO: visita a Villa Caldogno (Piano Nobile e Seminterrato) + Bunker
Intero €5,00 – Ridotto €3,00 (studenti, minorenni, over 65) – Gruppi €4,00
Gratuito: durante l’inaugurazione e per i residenti del Comune di Caldogno.



Opere selezionate

  • Maurizio Camposeo artista - Riparo, 2018 - olio su tela, 100x70cm
  • Maurizio Camposeo artista - Direzione, 2018 - olio su tela, 60x50cm
  • Maurizio Camposeo artista - Ricerca dell'equilibrio, 2018 - olio su tela, 100x70cm
  • Maurizio Camposeo artista - Sovrapposizioni - ripetersi, 2018 - olio su tela, 100x70cm
  • Maurizio Camposeo artista - Andare in profondità, 2018 - olio su tela, 100x70cm
  • Maurizio Camposeo artista - Vortice, 2018 - olio su tela, 100x70cm
  • Maurizio Camposeo artista - Percezione, 2018 - olio su tela, 50x100cm
  • Maurizio Camposeo artista - Destinazione, 2018 - olio su tela, 150x100cm
  • Maurizio Camposeo artista, 2017 - Giardino degli specchi
  • Maurizio Camposeo artista, 2017 - Alice

[…] mi piace pensare di essere compositore di uno stato d’animo interiore libero dai meccanismi frenetici umani. Per me dipingere è un rincorrere quella sensazione, la continua ricerca del quadro che spiega tutto ciò in una tela.

Maurizio Camposeo, 2017